STORNELLI D’INVERNO

Si tratta in realtà di una poesia di Diego Valeri composta di quattro stornelli. Se raccolti dai tanti che ce ne erano in giro, oppure  buttati giù da lui, poco importa, hanno  in tutto e per tutto la forma degli stornelli, fatti per essere cantati,  come si faceva una volta nelle campagne, improvvisando per le più varie  occasioni.

51010725_4059561747396424_3693321074516164608_n[1]

Stornelli d’Inverno

 

Fior di collina,

son cadute le foglie ad una ad una

e l’erba è inargentata dalla brina.

Fior di tristezza,

i rami son stecchiti e l’erba vizza,

par fuggita dal mondo ogni bellezza.

Fior freddolino,

potessimo vedere un ciel sereno

e un raggio d’oro splender nel turchino.

Fior di speranza,

sotto la neve c’è la Provvidenza

che lavora per noi, c’è l’abbondanza.

Categorie Senza categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close