IL PAESE DELLA CUCCAGNA

Ieri l’altro era la Festa della Terra, ieri del Libro, domani della Liberazione. Una volta c’era lotta continua, oggi è festa continua. Tutto va bene, madama la marchesa! Ebbene, mai la terra è stata così mal ridotta e sotto attacco come oggi, mai si è letto così poco e non s’insegna più a leggere neanche nelle scuole. Quanto alla Resistenza, quel poco di ideali e progetti che erano stati attuati vengono oggi come non mai calpestati e ricacciati indietro. Italiani incoerenti? Niente affatto, se si va a vedere il vocabolario fare la festa a qualcuno, vuol dire fotterlo, eliminarlo o sistemarlo per le feste. Far la festa a una cosa vuol dire rubarla, farla fuori. Far la festa a una donna poi meglio lasciar perdere.  Il primo maggio sarà ancora festa, la festa del Lavoro. Sì, c’è proprio da festeggiare, quando una buona parte della popolazione il lavoro lo ha purtroppo perso. Piuttosto che festeggiare in continuazione non si sa bene che cosa c’è bisogno di mettersi al lavoro per cambiare davvero qualcosa in meglio.

Categorie Senza categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close